AWS IoT configurare e utilizzare il pulsante per l’internet delle cose
da Massimo Della Rovere · pubblicato il 1 Agosto, 2017 · modificato il 5 Agosto, 2017

Nell’articolo precedente abbiamo presentato una piccola introduzione ai servizi IoT, oggi invece andiamo a provare il Pulsante IoT AWS messo a disposizione da Amazon per tutti gli sviluppatori che vogliono iniziare a capire e programmare su questa tecnologia.

Come detto precedentemente nell’articolo introduttivo configureremo il pulsante secondo l’esempio standard della documentazione di Amazon mentre nel prossimo articolo svilupperemo un’applicazione creata direttamente da noi.

Pulsante AWS IoT

Dato che in certe occasioni è inutile inventare l’acqua calda, vi riporto la definizione del pulsante IoT presa dalla documentazione ufficiale di Amazon, la quale è molto chiara e descrive bene i concetti fondamentali del pulsante e dei suoi utilizzi possibili:

È un pulsante programmabile basato sull’hardware di Amazon Dash Button. Si tratta di un dispositivo Wi-Fi semplice da configurare e progettato per consentire agli sviluppatori di iniziare a usare AWS IoT, AWS Lambda, Amazon DynamoDB, Amazon SNS e molti altri servizi di Amazon Web Services senza dover scrivere codice specifico.

Per impostare la logica del pulsante basta utilizzare il cloud, è possibile configurarlo per contare o monitorare oggetti, eseguire chiamate o inviare avvisi, avviare o interrompere un’operazione o anche per fornire feedback. Ad esempio, puoi fare clic sul pulsante per sbloccare o avviare un’auto, chiamare un taxi, chiamare il tuo partner, monitorare l’andamento dei lavori di casa o ancora per controllare da remoto gli elettrodomestici.

Il pulsante può essere usato come telecomando per Netflix, come interruttore per una lampadina Hue di Philips, come dispositivo per completare il check-in e il check-out degli ospiti di Airbnb, oppure per ordinare una pizza da asporto. Puoi integrarlo con API di terze parti, ad esempio Twitter, Facebook, Twilio, Slack, oppure con la tua applicazione.

Configurare il pulsante AWS IoT

Ci sono due forme per configurare il pulsante IoT la prima volta, la prima forma è eseguire tutti i passi necessari manualmente usando la console web del servizio, la seconda invece è usare un’applicazione rilasciata da Amazon per essere operativi velocemente e vedere il funzionamento del pulsante con la ricezione di una email ogni volta che lo usiamo. In questo momento direi di utilizzare la strada più semplice e lasciare il metodo complesso al prossimo articolo in cui andremmo a sviluppare un’applicazione nuova.

Download dell’applicazione

Disponibile su Google Play  Disponibile su APP Store

La applicazione AWS IoT è presente sia per Android che per IOS, attenzione a scaricare quella in cui si indica il prefisso DEV, in quanto quella WI-FI serve solo per configurare il bottone sotto una rete WI-FI esistente e non ha le funzioni di programmazione.

Configurazione iniziale IoT

Avviamo l’applicazione appena scaricata ed eseguiamo il login, se il vostro account ha la doppia autenticazione vi verrà chiesto anche il codice a tempo.  Una volta autenticati ci comparirà una schermata che ci indicherà che nessun pulsante è connesso, in fondo alla schermata viene indicata la regione geografica, scegliamo quella usata abitualmente e procediamo con i passi successivi che vi indico qui di seguito:

  • Barcode del device: tramite questo passaggio associamo il device al nostro account e creeremo una configurazione AWS IoT automatica.
  • Configurazione WI-FI: associazione della nostra rete WI-FI al dispositivo in modo da permettere una connessione internet.
  • Attivare il bottone: premere per sei secondo il pulsante IoT e aspettare una luce azzurra lampeggiante. In modo che avvenga la prima connessione.
  • Funzione Lambda: scegliere la funzione lambda e il linguaggio di programmazione preferito per la configurazione del codice di backend.
  • Controllo stato: controllare sulla schermata di riepilogo della applicazione mobile lo stato del nostro pulsante e la sua corretta connessione a internet.
  • Provare funzionamento: premere il pulsante una volta,  una volta doppia e una volta in modo prolungato e verificare la consegna delle email.

Vi allego qui di seguito alcune schermate di configurazione che ho eseguito mentre scrivevo questo articolo, in modo da essere sicuro del funzionamento finale.

Passaggi di configurazione (1)

Schermata iniziale di applicazione, inserimento del codice a barre collegato al device, è possibile anche usare la camera, però io ho avuto problemi a mettere a fuoco il codice a barre che è molto piccolo e quindi ho usato l’inserimento manuale.

Come ultimo passaggio scegliere la propria rete WI-FI e indicare le credenziali di accesso, se dovete cambiare la WI-FI frequentemente scaricate l’applicazione dedicata, altrimenti con questa vengono ricreate tutte le risorse necessarie nel vostro account AWS.

Passaggi di configurazione (2)

Scusate se le schermate sono in lingua spagnola ma è la configurazione di default del mio smartphone, in ogni caso premete per 6 secondi il tasto fino a quando non vi compare una luce azzurra lampeggiante. Scegliete la funzione lambda da creare e il linguaggio che preferite in modo da fare qualche prova di personalizzazione in seguito.

Se tutto è OK vi dovrebbe comparire il pulsante configurato e lo stato di connessione, a questo punto non resta che provare a spingere una volta, due volte e in modo prolungato il tasto e ricevere le email all’indirizzo indicato dopo aver selezionato la funzione lambda.

Questo è il risultato della mia prova in cui ho ricevuto tre email differenti per ogni prova che ho eseguito, in ogni messaggio troverete l’azione che avete eseguito sul pulsante. A questo punto non resta che divertirvi e inventare qualche applicazione da fare.

Conclusione

Come avete visto usare le applicazioni dedicate per Android e/o IOS che creano nel nostro account tutto il necessario è facilissimo, però come dico spesso, alcune volte le cose troppo semplici hanno lo svantaggio di farci capire poco, quindi nel prossimo articolo inventeremo un’applicazione (che ho già in mente) ed eseguiremo i passaggi uno per uno manualmente in modo da capire il concetto di ogni singola fase.

Articoli correlati

Guida completa su AWS

Questo articolo appartiene ad una serie di pubblicazioni che costituiscono una guida completa dedicata agli Amazon Web Services. Molti servizi che trattiamo in questo blog vengono anche spiegati con dei video che trovate nel nostro canale youtube. Se volete seguire questo percorso didattico iscrivetevi alla community Cloud AWS.

1 Commento

  1. Ho eseguito tutti i passaggi e alla fine il pulsante sembra funzionare bene con la demo con cui viene spedita una mail dopo l'attivazione del pulsante. Però ho visto che Amazon ha creato molte cose in automatico e questo non mi da l'idea chiara dei passaggi necessari in caso di una configurazione manuale, aspetto l'articolo del programma di esempio.

condividi