Un pensiero per Linux
da Massimo Della Rovere · pubblicato il 17 Maggio, 2017 · modificato il 4 Giugno, 2017

È parecchio tempo che trascuro il mio sistema operativo preferito, almeno per quanto riguarda il desktop, dato che sui server linux ci lavoro tutti i giorni nel cloud di Amazon. Però ultimamente ho provato diverse cose che vi riporto.

Ho avuto un momento di tempo per aggiornare Ubuntu alla versione 16.04 LTS e ho deciso di vedere anche alcuni programmi nuovi che possono sostituire le mie abitudini attuali. Anche perché sono dell’idea che se ogni tanto non ci obblighiamo a cambiare e provare nuove cose rischiamo di rimanere rinchiusi e invecchiare.

Riflessione

Ultimamente non vedo in Linux Desktop una grande innovazione, ormai puntano tutti a sviluppare applicazioni Android e/o IOS, purtroppo però il mio lavoro è quasi al 100% su desktop, ho bisogno di schermi grandi e postazioni potenti per svolgerlo. Proprio per questo non apprezzo minimamente siti Web che una volta aperti sembrano dei tablet giganti da 23 pollici (come il nuovo google+).

I grandi marchi come Apple, Amazon e Google rilasciano software interessanti ma linux non lo prendono mai in considerazione come client. Cosa diversa invece su Microsoft che sta cambiando qualcosa, però prima di lodarla vediamo quanto tempo dura…

In ogni caso il motivo principale per cui sto scrivendo questo post è diverso, infatti se cerchiamo bene nel grande mondo web, troviamo delle applicazioni “moderne” molto ben fatte anche su piattaforma linux, la cosa importante è che bisogna scegliere soluzioni diverse dai soliti Google, Apple, Facebook ed etc etc e affidarsi a chi sviluppa software multi piattaforma nel vero senso della parola.

Posta elettronica

Nylas N1: Attualmente sto usando questo client che nella sua semplicità mi piace moltissimo, mancano tante cose ma sono fiducioso nel team di sviluppo, interfaccia buona, funzioni minimali e funzionamento multi piattaforma serio. Oltretutto ha già dei buoni temi pronti all’uso che possono soddisfare diverse esigenze. Al momento lo uso per il mio account GMAIL personale e per un account Microsoft Exchange.

Thunderbird: Questo client rimane sempre uno dei migliori almeno dal punto delle funzioni disponibili, l’unica pecca è che mantiene da molto tempo una interfaccia un po’ vecchiotta e anche se questo aspetto non è la cosa più importante, farebbe piacere usarlo come un software moderno. Ultimamente però ho visto un progetto molto interessante sviluppato dalla compagnia Monterail.

Come potete vedere l’interfaccia rispecchia uno stile moderno e le funzioni sono state inserite in modo di più chiaro rispetto alla versione originale. Speriamo che questa iniziativa sia l’inizio di un movimento che pensi anche a questi aspetti nel mondo linux, che ritengo importanti per il suo successo. Qui trovate il progetto del tema.

Editor Video

Finalmente ho trovato il software che mi piace e che fa tutto quello che mi serve. Si chiama Lightworks e lo uso nella sua versione Free più che sufficiente per le mie esigenze. Su questo punto ho avuto sempre invidia per i software Apple però adesso ho trovato anche io qualcosa che mi piace moltissimo.

Come detto, il software è multi piattaforma ed è veramente stabile. Ovviamente aspetto di provare anche Openshot 2.0 che però devo dire che la vedo dura superare in qualità LightWorks che è dotato di tanta documentazione, video tutorial e anche in italiano. Al momento ho pubblicato circa 40 video HD su Youtube e non ho mai avuto problemi, non ha molti effetti sulla versione Linux però è un software veloce e concreto.

Editor di Testo

Qui la cosa si fa difficile, dato che quando si impara un editor poi è difficile lasciarlo per parecchio tempo, anche perché questo ci farebbe perdere tempo durante lo sviluppo quotidiano dove ormai andiamo avanti con comandi che conosciamo.

Adesso uso sublime text e mi trovo bene però ho una grande voglia nel provare uno di questi due prodotti che mi sembrano anche migliori. Uno è l’editor di testo Atom e l’altro è la versione Linux di Visualstudio rilasciato dalla stessa Microsoft.

Per quanto riguarda Atom mi hanno detto che non è molto performante, però faccio affidamento alla mia postazione PC che è abbastanza potente e voglio provarlo quanto prima, sempre rispettando la riflessione iniziale di provare nuove cose e in special modo software sviluppato da persone che rispettando veramente la multipiattaforma.

Videoconferenza

Dato che uso la video conferenza con i colleghi di lavoro, ho deciso di cercare una buona alternativa a google hangout che in alcuni aspetti mi ha stancato. Cercando e valutando diversi software mi sembra che VIBER sia un ottimo candidato da iniziare subito da usare la prossima settimana. Anche qui un software veramente multi piattaforma, ben curato e abbastanza conosciuto.

Per molti contatti uso anche Skype per Linux però il fatto di essere confinato sempre a delle versione vecchie e non avere update per anni come se noi utilizzatori di Linux fossimo di serie B mi ha un po’ stancato. Per questo da adesso faccio una exit strategy definitiva cercando di convincere i miei contatti più importanti di cambiare software.

Sincronizzazione in Cloud

Un altro aspetto importante e oggi possiamo dire anche indispensabile è avere i propri dati allineati con una risorsa esterna presente in cloud. La mancanza di un client ufficiale di google drive è una indecenza quindi sorvoliamo. Io uso Amazon S3 che ha un client su linea di comando multi piattaforma affidabile e performante.

Però penso che la soluzione migliore sia Dropbox che ha saputo creare un client per tutti senza escludere nessuno e ha eseguito una forte integrazione che non necessita di comandi o configurazioni complesse. Semplice, si installa e funziona sempre.

Tema più moderno

Dopo aver cambiato qualche software non ci si può non porsi la domanda ma quale tema utilizzo? Normalmente a dirvi la verità per me il tema non è mai stato molto importante, anche perché utilizzo sempre le applicazioni aperte e interagisco poco con il desktop. Però già che ci siamo andiamo ad affrontare anche questo. Oltretutto ho proprio un cliente che mi ha chiesto questa cosa per le sue 5 postazioni.

Dopo aver girato diverse pagine web era arrivato alla conclusione che i due temi che mi piacevano di più erano Adapta e Numix, avevo qualche piccola preferenza per il primo però ho voluto chiedere su google+ cosa ne pensavano gli altri utilizzatori linux con la pubblicazione di un sondaggio => https://goo.gl/s9HlF9, e Numix devo dire che ne è uscito vincitore con una grande differenza rispetto ad Adapta. Quindi mi voglio fidare delle esperienze degli altri e incominciare a provare Numix da subito.

Conclusione

Dopo alcune riflessioni sono sempre più convinto che molti di noi dovrebbero cambiare metodo nella scelta di un software, non scegliere sempre i soliti Brand, i quali per fare mille cose finisco con il fare prodotti mediocri, ma alcune volte è meglio scegliere chi si specializza in qualcosa e lo porta avanti bene. Controllare sempre che siano multi piattaforma e che non forzino le vostre scelte.

Da domani il mio Linux sarà un’altro Linux :D

1 Commento

  1. Per Linux vedo un futuro difficile sul desktop, specialmente in questo momento in cui Apple, Google e i device Android stanno puntando sui loro prodotti con un sistema operativo dedicato al desktop. Forse il più pericoloso è proprio Android che già ha un buon livello di convergenza. Invece sul lato server sono d'accordo con te e sono sicuro che Linux avrà vita lunghissima su questo.

condividi