Trasferire dati nel cloud con Amazon Import/Export Snowball
da Massimo Della Rovere · pubblicato il 4 settembre, 2016 · modificato il 5 giugno, 2017

Snowball è una soluzione di trasferimento dati in cloud che avviene tramite l’invio di un componente hardware, il quale evita di utilizzare una connessione internet. Il fatto di non utilizzare una linea internet può essere causato da diversi fattori, ad esempio da una grande mole di dati da trasferire, i quali necessitano di troppo tempo per la banda a disposizione o semplicemente per questioni di sicurezza su dati sensibili.

Introduzione

Il servizio di AWS import/export messo a disposizione dagli Amazon Web Services può essere richiesto e controllato tramite la management console. Come prima cosa va creata una richiesta di invio, dopo la quale Amazon provvederà alla spedizione dello Snowball alla vostra sede, una volta ricevuta l’appliance basta scaricare il client software messo a disposizione da Amazon ed eseguire il trasferimento dei dati, i quali saranno criptati in modo da  viaggiare in modo sicuro sia come hardware che dati.

Snowball impiega diversi livelli di sicurezza progettati per proteggere i dati, tra cui custodie anti-manomissione, crittografia 256 bit e processori Trusted Platform Module (TPM), progettati per garantire la sicurezza e la custodia dei dati. Quando il processo di trasferimento dei dati è completato AWS elimina il software presente nell’appliance.

Il problema della velocità

Ad oggi, anche con le connessioni Internet più veloci, trasferire grandi volumi di dati può richiedere mesi. Usando una connessione dedicata da 100 Mbps, ad esempio, per trasferire 100 terabyte di dati sono necessari più di 100 giorni. La stessa operazione può essere completata in meno di un giorno (più il tempo necessario per la spedizione) con due appliance Amazon AWS Snowball da 50 terabyte ciascuna.

Molte aziende si pongono anche il problema contrario, hanno paura che una volta spostati i dati in cloud per tornare indietro ci voglia troppo tempo per il trasferimento. Il servizio di import/export messo a disposizione da Amazon permette anche la richiesta di trasferimento dati dal cloud allo Snowball con spedizione diretta in azienda. Anche qui il tempo necessario dell’operazione può essere di uno o due giorni.

Richiedere uno Snowball

Per usufruire di questo servizio basta andare nella management console, selezionare la regione geografica di destinazione e selezionare il servizio AWS Import/Export. Vi verrà presentata una schermata di “Get Started” da dove sarà possibile creare la nostra prima richiesta di Snowball denominata “JOB”. Come prima cosa dobbiamo scegliere se vogliamo fare un import o un export e poi inserire i dati di destinazione.

Snowball

Una volta inseriti i dati come indirizzo, persona di riferimento etc verrà richiesto il metodo di destinazione (che in questo momento è solo Amazon S3) e quindi il bucket su cui dovranno essere ripristinati i dati dello Snowball terminato. Dopo questa sezione vengono richiesti anche i dati di sicurezza, come il ruolo che dovrà eseguire il ripristino e la chiave di cifratura che verrà utilizzata nella memorizzazione dei dati.

A questo punto dobbiamo solo aspettare l’arrivo dello Snowball ed eseguire la copia dei dati che vogliamo trasferire in cloud, etichettiamo l’apparato e lo mandiamo indietro ad Amazon che provvederà a copiare i dati su Amazon S3 e distruggere il contenuto dello Snowball inviato, il quale sarà pronto per una nuova destinazione. Tutti questi passaggi possono essere seguiti tramite la management console o tramite Amazon SNS.

Guida completa su AWS

Questo articolo appartiene ad una serie di pubblicazioni che costituiscono una guida completa dedicata agli Amazon Web Services. Molti servizi che trattiamo in questo blog vengono anche spiegati con dei video che trovate nel nostro canale youtube. Se volete seguire questo percorso didattico iscrivetevi alla community Cloud AWS.

1 Commento

  1. Il servizio mi sembra ottimo, specialmente per realtà che devono fare i primi trasferimenti per sfruttare il cloud di Amazon. L'unica cosa che mi preoccupa è il prezzo che non viene indicato in questo articolo, dato che si tratta anche di operazioni manuali fatte da personale specializzato.

condividi