Amazon Storage Gateway per connessione azienda e cloud
da Massimo Della Rovere · pubblicato il 17 giugno, 2014 · modificato il 5 giugno, 2017

Amazon Storage Gateway è un servizio che mette in connessione diretta il proprio ambiente IT con un’infrastruttura di storage presente negli Amazon Web Services attraverso un’appliance software da installare all’interno della propria azienda. Questo permette la memorizzazione sicura dei propri dati nel sistema cloud di AWS ottenendo uno storage scalabile e conveniente. Amazon Storage Gateway offre due tipi diversi di memorizzazione, una basata sui volumi e l’altra basata sui tape.

Modelli di Memorizzazione

Il servizio come abbiamo già visto mette a disposizione due modelli di memorizzazione, uno basato sui volumi e l’altro sui tape, le configurazioni possibili sono diverse e in questo articolo cercheremo di analizzare quelle più importanti:

Volume Gateway – fornisce dei volumi di memorizzazione che possono essere montati come dei semplici device iSCSI  e configurati senza grossi problemi nei server presenti all’interno della propria azienda. La modalità di configurazione dei volumi:

  • Volumes Gateway-cached
  • Volumes Gateway-stored

Gateway-virtual tape library (VTL) – fornisce una infrastruttura di virtual tape per il backup dei dati in Amazon S3 o l’archiviazione a lungo termine in Amazon Glacier che permette un’abbassamento dei costi considerevole per questo tipo di operazioni.

Cached volumes

In questo caso i dati vengono memorizzati nel servizio di Amazon S3 (simple storage service) e solo una copia dei dati con accesso più frequente viene mantenuta nello storage locale. Il funzionamento è esattamente come un sistema di cache. Gateway cached volumes sostanzialmente offre un risparmio effettivo sui costi totali dello storage primario e minimizza la necessità di scalare lo storage all’interno della propria azienda, mantenendo una bassa latenza di accesso ai dati più utilizzati.

Storage gateway

In questo momento nel gateway cached i volumi possono andare da un minimo di 1GB ad un massimo di 32TB e devono essere arrotondati al GigaByte. Ogni gateway che viene configurato come gateway cached volume può supportare al massimo 20 volumi per una capacità massima di 150TB. Quando i dati degli application server vengono inviati ai volumi in AWS il gateway inizialmente immagazzina questi dati in dischi locali denominati cache storage prima di caricarli in Amazon S3. Il cache storage funziona da storage permanente per i dati che sono in attesa di essere caricati in ambiente Amazon S3.

Stored volumes

Quando si necessita di una bassa latenza per l’intero set dei dati è possibile configurare il gateway in modo tale che tutti i dati vengano memorizzati localmente e che in maniera asincrona venga fatto un backup in S3 tramite una serie di snapshot. Questo tipo di configurazione fornisce un backup fuori sede affidabile e poco costoso, che può essere ripristinato localmente. Se si necessita sostituire anche la propria infrastruttura nel caso di un disaster recovery si possono avviare delle istanze EC2.

Storage Gateway

I dati scritti dal gateway stored volume sono memorizzati sui dischi locali all’interno dell’azienda, mentre in maniera asincrona viene effettuato un backup in Amazon S3 sotto forma di snapshot EBS. La dimensione dei volumi va da un minimo 1GB ad un massimo di 1TB. Ogni gateway configurato come gateway stored volume supporta fino a 12 volumi, per una capacità massima di 12 TB. Per preparare i dati su Amazon S3, il gateway memorizza i dati all’interno dell’upload buffer. Il gateway carica i dati presenti nell’upload buffer attraverso una connessione SSL nel servizio AWS Storage Gateway attivo nel AWS cloud. Poi il servizio memorizza i dati crittografati in Amazon S3.

Virtual tape library

Con questa funzione è possibile archiviare tutti i file di backup in Amazon Glacier e quindi usufruire di un sistema di backup economico e un’archiviazione di dati a lungo termine. Il sistema è compatibile con la maggior parte dei software di backup esistenti sia in ambiente linux che windows e fornisce un sistema di virtual tape che scala senza difficoltà in base alle esigenze della propria azienda, eliminando completamente il problema di gestire, mantenere e scalare un’infrastruttura complessa di tape fisici.

Storage Gateway

Il virtual tape è paragonabile ad una cartuccia fisica anche se i dati risiedono in ambiente cloud. Come le cassette fisiche anche i virtual tape possono essere vuoti o contenere dei dati, è possibile creare dei virtual tape utilizzando la console o utilizzando le API. Ogni gateway può contenere fino a 1500 tape o fino a 150TB di dati alla volta. La dimensione del virtual tape è configurabile e può essere compresa tra i 100GB e i 2.5TB.

Un VTLMedia Chargher” è analogo ad un caricatore fisico che muove i nastri all’interno della libreria, negli slot o nei tape drive. Ogni VTL viene fornito con un caricatore che è direttamente utilizzabile dalle applicazioni via standard iSCSI.

Hosting option

Nei paragrafi precedenti abbiamo visto che l’appliance virtuale è posizionata sempre nel data center aziendale, in realtà è possibile posizionare questa immagine virtuale anche in ambiente cloud su EC2, cosa molto utile in caso di disaster recovery. Infatti se il proprio data center va offline e non si hanno host a disposizione è possibile attivare un gateway su EC2 che prosegua l’operazione di allineamento. Amazon Storage Gateway fornisce anche un’immagine AMI preconfezionata che contiene il gateway.

Guida completa su AWS

Questo articolo appartiene ad una serie di pubblicazioni che costituiscono una guida completa dedicata agli Amazon Web Services.  Molti servizi che trattiamo in questo blog vengono anche spiegati con dei video che trovate nel nostro canale youtube. Se volete seguire questo percorso didattico iscrivetevi alla community Cloud AWS.

condividi